Atteso da almeno quindici anni,  il cantiere per la realizzazione del sottopasso ciclopedonale a Boario Terme aprirà nel 2018.

Nel maxi progetto da oltre 1,5milioni di euro legato alla smart mobility della Vallecamonica figura infatti uno stanziamento da 300mila euro destinato alla costruzione del mini tunnel che collegherà il centro congressi e il Cfp Zanardelli con via De Gasperi e il piazzale autostazione.

Le spese saranno divise a metà tra Provincia di Brescia e Bim di Vallecamonica.

Un bypass che permetterà di collegare in maniera immediata la pista ciclabile con la stazione ferroviaria dove già ci sono il punto di bike sharing e la colonnina per la ricarica di auto elettriche. Il piano di potenziamento della rete ciclopedonale della città prevede anche la creazione di nuovi percorsi riservati a pedoni e ciclisti per raggiungere il cuore di Boario e collegarsi ai tracciati già esistenti a Darfo nella zona dello stadio comunale e piazza Abbeveratore.

Il nuovo sottopassaggio risolverà anche un problema che si trascina da anni: gli studenti del Cfp di Boario Terme, infatti, hanno ferrovia e stazione degli autobus a poche decine di metri dall’ingresso della scuola. Per raggiungerli però sono costretti a percorrere un lungo giro, che passa da via Valeriana fino a ritornare verso la stazione da via DeGasperi. La soluzione rapida trovata negli anni dai ragazzi è quella di attraversare la ferrovia scavalcando la ringhiera, abitudine pericolosa che col sottopasso si perderà.

Share This