È stato aperto ufficialmente il sottopassaggio ciclopedonale di via Alcide De Gasperi, che collega il Centro Congressi alla cittadina: dopo la riqualificazione di Piazzale Einaudi, ora c’è la possibilità di parcheggiare al Centro Congressi e inoltrarsi al centro di Boario, arrivando a piedi fino alle Terme, passando per la Galleria Rizzi e utilizzando il sottopassaggio di Corso Italia.

Un’opera da un milione e 200mila euro – un sottopassaggio largo 7 metri e alto 2,50 – che è stata consegnata in questi giorni alla cittadina e a chi la abita, chi la frequenta per studio o lavoro o chi vi soggiorna per turismo. I lavori, iniziati a febbraio dopo quelli preliminari che hanno consentito di spostare tutti i sottoservizi, sono terminati: gli operai che ancora sono sul posto stanno ultimando le finiture, mentre la collocazione degli arbusti sulle scarpate avverrà in un secondo momento.

A poca distanza è stata aperta già da qualche mese la rotonda del Castellino, che dà la possibilità di passare da Angone/Erbanno a Darfo/Montecchio senza passare dal passaggio a livello di Boario. Non va tralasciata in questo blocco di opere portate a termine entro il 2022, anno in cui la passata amministrazione ha dovuto cedere lo scettro alla lista Progetto Futuro del sindaco Dario Colossi, la nuova area di sosta per i camper, prima posizionata in modo non funzionale nel parcheggio del Centro congressi, e che oggi trova spazio all’uscita della statale 42, poco sotto la rotonda del Castellino, dietro la Consolata, con cui è stata progettata.

Una decina di posti con tutti i servizi e la predisposizione per funzionare in autonomia con prenotazioni online e cassa automatica. Era in gestione alla Pro loco di Darfo, ma ora il Comune dovrà predisporre un bando per un nuovo gestore. Tutte opere progettate dalla precedente amministrazione Mondini e per alleggerire il traffico dal centro urbano e favorire la mobilità sostenibile.

Share This