A fronte degli episodi verificatisi sabato sera a Boario Terme, dove alcuni minorenni residenti in zona hanno devastato l’esterno del “Mian pizza kebab” di via Manifattura e hanno divelto la colonnina nell’area camper, ha voluto prendere la parola il sindaco della città, Ezio Mondini.

“Siamo davvero colpiti dalla durezza degli episodi di violenza che si sono perpetrati sabato sera e che, purtroppo non sono isolati. Da qualche mese, come amministrazione, ci stiamo adoperando per fare fronte a questa situazione nell’ambito dei poteri che ci sono attribuiti dalla legge. In particolare, si tratta di azioni e sensibilizzazione e collaborazione con le Forze dell’Ordine nonché di progetti di prevenzione che, ovviamente, richiedono tempo” ha detto Mondini.

L’amministrazione continuerà a sollecitare la presenza nelle zone più a rischio delle Forze dell’Ordine e a mettere a disposizione la Polizia municipale, soprattutto nei fine settimana. Inoltre si è fatta carico di chiedere l’attivazione di un Commissariato di Polizia a Darfo Boario Terme.

“Una Città che si dice civile deve stringersi contro queste manifestazioni di violenza e deve interrogarsi sulle ragioni di questo degrado: l’Amministrazione, nel limite delle sue competenze, è in prima fila, ma altrettanto importanti sono le azioni dei singoli cittadini, dei genitori, degli educatori, degli insegnanti di questi ragazzi perché solo una comunità educante può agire alla radice del problema” ha concluso il suo intervento il sindaco.

Non si è fatta attendere la condanna da parte dell’opposizione in consiglio comunale del circolo di Fratelli d’Italia l’Arciere, che, parlando di inaudita violenza, è tornata a chiedere un impegno forte, presente e coeso alla maggioranza: “Se l’attuale Amministrazione non è capace di affrontare questo pericolosissimo problema, come non è stata capace sino ad ora di prevenire il fenomeno, che si faccia da parte una volta per tutte. Cos’altro accadrà? Ogni lunedì la città si risveglia con aree deturpate e peggio distrutte” si legge nel volantino diffuso lunedì a Darfo Boario Terme, che punta il dito anche contro chi “vende alcolici ai minori il sabato sera, rendendosi a sua volta responsabile degli scontri”.

Share This