Almeno tre furti in abitazione, due andati a segno e uno sventato, la scorsa settimana a Boario Terme.

Sono state ore concitate nella notte tra mercoledì e giovedì in via del Sacco e in via Manifattura.

La grande abilità dei carabinieri della stazione di Darfo ha permesso di individuare l’autore dei colpi e di ritrovare l’intera refurtiva. Il ladro, un uomo di nazionalità marocchina, è stato arrestato.

Ricostruendo quanto accaduto, pare che l’uomo sia entrato prima in una casa dove vive una mamma con i due figli piccoli. Dopo aver forzato la finestra al piano terra, il malvivente ha arraffato un tablet e banconote per un valore complessivo di circa mille euro. Le telecamere private di videosorveglianza l’hanno però ripreso in ogni spostamento, inquadrandolo chiaramente anche in volto.

Non contento il ladro ha scelto di visitare un altro appartamento, ma è stato messo in fuga dall’allarme. I proprietari hanno immediatamente allertato i carabinieri darfensi, che, dopo aver visionato il filmato, hanno cominciato a pattugliare le vie della città. Il malvivente nel frattempo si era già introdotto in un’abitazione di via Manifattura, da dove ha portato via un ricco bottino tra ori, articoli di elettronica, una macchina fotografica professionale con teleobiettivi e zoom, per un valore di quasi 10mila euro.

A quel punto, avvistato dai carabinieri, è stato seguito fino al suo covo: la refurtiva era stata nascosta in una casa abbandonata a Darfo e, in parte, a Montecchio nella zona del fiume. L’uomo è stato fermato e condotto in caserma, la refurtiva riconsegnata ai proprietari.

Share This