Prosegue il lavoro del Comune di Borno sulla viabilità del territorio.

 

Dopo aver modificato gli orari dei parcheggi a pagamento in centro, ora l’amministrazione guidata da Matteo Rivadossi punta al turismo sostenibile e soprattutto al rilancio della funivia.

Dal 28 luglio al 2 settembre, infatti, non sarà possibile accedere con i mezzi motorizzati alla strada agro-silvo pastorale ‘Corna Rossa-Play’ senza l’opportuno permesso, che sarà rilasciato solo dai Comuni che lo possono fare, ovvero quelli di Borno, Piancogno, Angolo Terme e Darfo Boario Terme e sarà a disposizione solo dei possessori dei possessori di malghe e rifugi, cascine o fondi. Tutti gli altri, invece, per raggiungere la località dovranno usufruire della seggiovia.

Una decisione che elimina il ticket da 4 euro e che viene inteso dal sindaco come ‘un modo diverso di interpretare le nostre montagne’.  L’ordinanza sarà messa in atto con controlli da parte delle Forze dell’ordine e sanzioni per i trasgressori.

Share This