Sono gesti di estrema solidarietà, quelli che si stanno registrando in questi giorni a favore di strutture sanitarie, associazioni di volontariato ed intere comunità per affrontare tutte le esigenze richieste dalla situazione che ormai conosciamo bene.

Gli ultimi vanno registrati a Borno, Edolo e sul lago d’Iseo. A Borno, nei giorni scorsi, è arrivato un carico di 10mila mascherine di tipo kn95, lavabili e riutilizzabili, frutto della donazione della signora Anna Maria Pessina, oggi residente in Svizzera con il marito Eric Favre ma cresciuta nel paese dell’Altopiano del Sole.

Sono arrivate: 10 mila mascherine ffp2. Sono un dono preziosissimo, frutto della generosità di una nostra concittadina,…

Pubblicato da Comune di Borno su Giovedì 23 aprile 2020

Anna Maria ha sempre seguito la situazione camuna ed ha deciso di passare all’azione contattando il signor Zhanbing. Nel giro di qualche settimana, a Borno sono così arrivate delle mascherine che gli alpini hanno distribuito alla popolazione e che sono state condivise anche con i Comuni di Ossimo e Lozio, nonché con la Val di Scalve, che nel pieno dell’emergenza era corsa in aiuto di Borno.

Dal Comune e Protezione Civile di Edolo, invece, è partita un’altra donazione, di tablet, destinata all’ospedale di Esine, per permettere ai ricoverati affetti da Covid-19 di poter comunicare con le proprie famiglie. Sempre ad Edolo, inoltre, un benefattore anonimo ha lasciato quattro sacchetti pieni di generi alimentari sotto la Statua di Sant’Antonio, all’interno della Pieve di Santa Maria Nascente, specificando di riservarle alle persone in difficoltà. Infine, dai farmacisti di Sebino e Franciacorta arriva la donazione di 34mila euro al gruppo intercomunale di Protezione Civile del Sebino Bresciano, alla Croce Rossa, all’Associazione Alpini ed al 112.

La somma è frutto delle offerte raccolte nella distribuzione gratuita di più di 65mila mascherine ai cittadini, alle Rsa ed alle aziende che ne hanno fatto richiesta. Mascherine ottenute dalle 21 farmacie del Sebino e della Franciacorta grazie all’aiuto di Franco Pagliarini e di Wilson Tao, industriale cinese a cui il Comune di Iseo, ora, vorrebbe conferire la cittadinanza onoraria.

Share This