I lavori di manutenzione al verde che da qualche tempo sono cominciati all’interno della proprietà dello storico hotel Rosa Camuna di Borno stanno facendo parlare e sperare non poco i residenti del Comune dell’Altopiano del Sole.

Chiuso da una decina d’anni, l’hotel è stato recentemente acquistato da Riccardo Ducoli, imprenditore brenese specializzato in idroelettrica: e così la piscina in mezzo al giardino è stata recintata, il prato tagliato ed il giardino in generale è al centro di alcuni lavori di sistemazione.

L’hotel a quattro stelle, dopo il fallimento, aveva cambiato proprietà varie volte, ma nulla si era mai mosso. Piuttosto, era diventato una fonte di prezioso rame per alcuni ladri, che lo hanno rimosso anche dalle tubazioni.

Ora, però, il vento sembra essere cambiato: potrebbe essere la volta buona non solo per l’hotel stesso, ma anche per dare una vera spinta al turismo bornese, affiancandosi ai numerosi interventi portati avanti in questi anni dal Comune.

Se Borno già ospita gli impianti di risalita, un parco avventura, un’area camper ed a breve avrà una pista ciclabile, l’hotel andrebbe a risolvere il problema dei posti letto disponibili sul territorio, indispensabili per diventare veramente attrattivo per il turismo. Per questo, a Borno si guarda a questi lavori con interesse e con il sogno che il Rosa Camuna torni ai fasti di un tempo.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This