L’assemblea dei soci di Borno Ski area ha approvato un bilancio che ha all’attivo 100mila euro. Quest’anno – come ha sottolineato l’Ad Demis Zendra, gli investimenti, abbinati alla costanza e alla perseveranza nel lavoro, hanno portato nel breve periodo a frutti insperati, viste le difficoltà post pandemia: la stagione invernale scorsa è stata quella della totale riapertura, e le iniziative estive sull’Altopiano del Sole sono state accolte con entusiasmo dai turisti.

La società guarda già con ottimismo all’inverno alle porte e sta preparando le piste con varie manutenzioni, pur consapevole che il caro bollette per realtà energivore come la sua porterà a spese mai viste. Gli aumenti ai prezzi di stagionali e biglietti sarà quindi inevitabile anche per la stazione sciistica della media Valle. A tal proposito è stata annunciata l’apertura della campagna di prevendita degli skipass stagionali, che durerà dal 25 ottobre al 20 novembre.

“Abbiamo cercato di contenere gli aumenti dopo aver eliminato tutti quelli che potevano essere considerati “sprechi” –spiega Demis Zendra, amministratore delegato di Borno Ski Area-. Non vogliamo che lo sci diventi sport per pochi, anzi, come da sempre ha fatto la nostra politica, vogliamo continuare ad incentivarlo”. Tutti i prezzi degli skipass (che sono online da questa mattina) hanno subìto un aumento che arriva fino al 10%, “ma sono stati riconfermati in questa fase di prevendita i pacchetti dedicati alle famiglie, uno dei target a cui da sempre punta Borno Ski Area”.

La volontà è quella di far partire la stagione il prima possibile, anticipandola al 3 dicembre laddove le condizioni lo consentiranno. Le prevendite degli stagionali, anche per evitare inutili spostamenti, sono esclusivamente online: sul sito www.bornoskiarea.it sono spiegati tutti i passaggi da compiere per l’acquisto.

Share This