Nato male anni fa, con l’apertura del nuovo tratto di ss 42, lo svincolo nord di Breno finalmente avrà una rotatoria e un’uscita idonea.

Attualmente per chi esce dalla superstrada a Breno per dirigersi verso Edolo sulla ex statale 42 è necessario tornare indietro fino alla rotonda della zona industriale di Onera, a qualche centinaio di metri di distanza.

Il presidente della Provincia, Pierluigi Mottinelli, e il sindaco di Breno Sandro Farisoglio – affiancato dal consigliere delegato all’Urbanistica Michele Canossi – hanno siglato in Comune l’accordo di programma che prevede la realizzazione del rondò.

Su un totale di 330mila euro necessari, 170mila saranno garantiti dal Comune, 160mila dal Broletto.

La rotonda, secondo quanto riferito all’epoca, non era stata realizzata di fronte all’uscita perché una parte di terreno su cui doveva sussistere era di proprietà privata, con una centralina difficile da spostare.

Si attende anche il consenso dell’Anas, che ha una competenza sulla zona oggetto della rotatoria, mentre un contributo economico sarà garantito anche dai privati che in via Leonardo da Vinci stanno realizzando alcune costruzioni.

La zona nord di Breno è infatti oggetto di un grosso sviluppo per la realizzazione del nuovo supermercato Iperal e del polo commerciale di Aldi.

Per reperire più fondi, il Comune ha inserito una tassa di scopo per chi investe sul posto: le previsioni sono d’incassare oltre 600mila euro dai privati, che saranno utilizzati per la rotonda, per sostenere le attività commerciali in centro e per altre opere.

Share This