E’ ormai cosa nota il fatto che la parte nord di Breno, presto, diventerà quasi esclusivamente zona riservata ai supermercati.

 

Oltre al già esistente Lidl, infatti, si insedieranno altre due catene commerciali: una è l’Iperal, come annunciato da tempo, che si trasferirà (forse già dopo l’estate) dal negozio che ora si trova a sud del paese. L’altro, secondo alcune voci, dovrebbe essere un negozio della catena tedesca Aldi, che sorgerà dove ora c’è l’impalcatura di un capannone.

Una situazione che, se da una parte preoccupa sia dal punto di vista urbanistico ed ambientale, dall’altra risolverà il problema dello svincolo che si trova proprio a nord del paese, dal momento che vi sarà realizzata una rotonda, per cui esiste già un progetto preliminare. La scelta, però, non piace affatto alla minoranza.

‘State ledendo i diritti della comunità a favore dei singoli operatori economici’, accusa Gianpietro Pezzucchi di ‘Brenesi per Breno’. Ma Sandro Farisoglio assicura che a questi interventi ne seguiranno altri per favorire lo sviluppo del commercio nel resto del paese.

Share This