A Breno, così come in altri 22 Comuni della Vallecamonica, l’acqua non è soggetta a contatori, ma la sua gestione viene fatta pagare a forfait.

 

Se fino all’anno scorso, però, la cifra era uguale per tutti i nuclei familiari, a prescindere dal numero di componenti, da quest’anno si è scelto di introdurre una tariffa che varia a seconda della quantità di persone presenti. Così, un single pagherà 69 euro, due persone 90 euro, tre persone 110 euro, quattro persone 125 euro, 5 persone 140 euro, 6 persone 150 euro e da 7 persone 160 euro.

Un modo, spiegano dal Comune, per far pagare i costi effettivi di depurazione, rendendo la tariffa più equa. ‘L’acqua non è un costo, è il bene più prezioso che il nostro territorio offre’,  ha detto al Giornale di Brescia Sandro Farisoglio, sindaco di Breno, ‘grazie a questo sistema sono stati introdotti risparmi importanti per chi vive solo, per le coppie e le famiglie di tre componenti’.

Share This