Uno degli artisti di strada ospiti del fine settimana natalizio organizzato tra Piazza Mercato e Piazza Sant’Antonio da Pro Loco e Comune di Breno è stato stroncato da un malore nel primo pomeriggio di domenica.

Si tratta di Ivan Circoski Domenighini, 45 anni, di origini camune, che, dopo aver vissuto in Brianza, lo scorso anno era tornato in Valle e si era stabilito a Lozio. Mangiafuoco, aveva dato il meglio di sé domenica mattina, nell’ambito della manifestazione “Fiabe e canti sotto il castello”, e nel pomeriggio aveva in programma un altro spettacolo.

Ma dopo pranzo si è sentito male. Chi era con lui ha chiamato il 112 e nella zona industriale di Breno è stata fatta atterrare l’eliambulanza da Brescia, che ha trasportato Ivan in codice rosso all’ospedale Civile. Per lui però non c’è stato nulla da fare, il suo cuore non ha retto.

Sgomento e incredulità tra le vie del centro di Breno, dove Ivan Circoski era atteso dal pubblico e dagli organizzatori per il bis, in cartellone alle 17:00. Dall’amministrazione e dalla Pro Loco è stato espresso cordoglio per l’improvvisa morte e la notizia del tragico destino del 45enne è corsa veloce, soprattutto sui social.

Il consigliere comunale di Breno Roby Caratti ha scritto in serata: “È una cosa che si stenta a credere, inimmaginabile”. Presentandolo come artista di strada di “Fiabe e canti sotto al Castello”, Caratti aveva definito Ivan Circoski “Un mangiafuoco atipico con la sua irriverente comicità, miscelata alla poesia delle bolle di sapone”. Già conosciuto a Breno per aver partecipato ai Busker 2020, si era esibito più volte in Vallecamonica e nel resto della provincia.

Share This