Fondazione Camunitas organizza un convegno in ricordo di un brenese che tanto ha fatto per gli ultimi.

 

Il frate cappuccino Glisente Moscardi (Mezzarro di Breno 29 ottobre 1927 – Bergamo 28 marzo 1995), consacrato sacerdote a Milano nel 1951, ha trascorso quasi tutta la sua giornata terrena nel duro servizio missionario nel continente africano, dapprima in Eritrea (1952-1975) e in seguito in Costa d’Avorio (1976-1995).

La sua vita è stata interamente dedicata a portare in quei luoghi lontani il messaggio cristiano, promuovendo iniziative e sostegni tesi a migliorare in maniera efficace le condizioni sociali, materiali e culturali di quelle povere popolazioni.

L’incontro in programma per domani, sabato 11 novembre, alle 15.30 a Breno, presso il Centro San Siro, ha lo scopo di richiamare all’attenzione della comunità la bella ed esemplare figura dell’infaticabile religioso brenese, ancora ricordato con stima e venerazione sia nelle terre in cui ha speso la propria esistenza, sia nel paese di origine.

Dopo il saluto ai partecipanti da parte di don Mario Bonomi, parroco di Breno, Pierpaolo Camadini, Presidente della Fondazione Camunitas, Sandro Farisoglio, sindaco di Breno, e di un rappresentante dell’Associazione Padre Glisente di Mezzarro, seguiranno le relazioni di: P. Costanzo Cargnoni, dell’Archivio Provinciale dei Cappuccini Lombardi – Milano su “Le missioni dei cappuccini lombardi in Africa”, Lucy Moscardi, Cooperatrice Missionaria in Costa d’Avorio, che presenterà alcuni cenni biografici di padre Glisente, P. Dino Franchetto, Superiore del Convento dei Cappuccini di Albino, che porterà una testimonianza su Padre Glisente Moscardi. Infine, Oliviero Franzoni, della Fondazione Camunitas di Breno, presenterà alcune lettere di Padre Glisente.

Al termine dei lavori Santa Messa in ricordo di Padre Glisente, con inizio alle ore 18,30 nel Duomo di Breno.

Share This