E’ rimasta aperta per tutta la notte, presidiata dalla protezione civile, dai vigili del fuoco volontari e da altre associazioni brenesi, la camera ardente allestita nella chiesetta di Sant’Antonio per Sandro Farisoglio.

Il 39enne politico camuno, presidente in carica di Comunità Montana e Bim e sindaco di Breno per un decennio, si è spento in seguito a una malattia nella notte tra mercoledì e giovedì.

Oggi alle 15:00 in Duomo si terranno i funerali. E saranno sempre i vigili del fuoco, i “Pompier de Bré” di cui Sandro faceva parte, a portare il feretro a spalle da una chiesa all’altra per rendergli onore un’ultima volta, e quindi al cimitero di Breno, dove verrà sepolto.

Centinaia le persone che, dall’istante in cui la dolorosa notizia si è diffusa, hanno varcato la soglia della chiesetta per una preghiera e un saluto a un uomo che, seppur molto giovane, aveva già lasciato un segno profondo, sia a Breno che nell’intera Vallecamonica. Enorme la partecipazione alla veglia funebre, celebrata nella serata di giovedì.

Sulla bara di colore chiaro spiccano i simboli della sua breve ma incisiva vita: la fascia tricolore, quella da presidente degli enti comprensoriali, e il casco da vigile del fuoco.

Come da ordinanza del sindaco Panteghini, oggi a Breno è lutto cittadino e durante i funerali tutti i negozi e le attività commerciali resteranno chiusi.

Share This