Si trovava in palestra per allenarsi, ma ai Carabinieri, a cui doveva rendere conto in quanto ai domiciliari non aveva detto nulla.

 

Così, un 24enne di origine marocchina, venerdì scorso è stato raggiunto dai Carabinieri della Compagnia di Breno nella palestra in cui si stava esercitando e tratto in arresto. Il giovane stava scontando i domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti, ma l’Ufficio di sorveglianza di Brescia gli aveva concesso due ore di permesso al giorno, a condizione che non si allontanasse dal Comune di residenza.

Il 24enne, però, non aveva chiesto il permesso di potersi recare nella palestra ed è stato così arrestato per evasione. Al Giudice si è giustificato sostenendo che aveva bisogno di particolari esercizi per la schiena, ma questa versione dei fatti non ha convinto né gli inquirenti né lo stesso Giudice, che lo ha condannato ad otto mesi di reclusione.

Share This