Violare i domiciliari per uno di quei piaceri cosiddetti irrinunciabili, ovvero gustarsi un caffè al bar.

 

Strano ma vero: è capitato a Breno, dove i Carabinieri hanno arrestato un 56enne pregiudicato del luogo sottoposto all’obbligo dei domiciliari che era evaso non per scappare lontano da casa, ma semplicemente per scendere al bar vicino all’abitazione.

L’uomo era ai domiciliari per una tentata rapina all’ufficio postale del paese nel gennaio del 2017, quando aveva fatto irruzione con un passamontagna ed una pistola giocattolo: fermato immediatamente, fu così arrestato con l’obbligo di dimora.

Nel servizio perlustrativo della settimana scorsa per verificarne la presenza in casa, i Carabinieri non l’hanno trovato: sono scattate così le ricerche, in realtà durate poco. L’uomo era infatti al bar accanto e, senza opporre resistenza, ha ammesso di essere evaso solo per bersi un caffè. Tanto è bastato, però, per convalidarne l’arresto ed ottenere dal Giudice la condanna ad 8 mesi di reclusione. Un caffè decisamente amaro.

Share This