La settimana appena conclusasi che ha visto il Brescia alle prese con una girandola di eventi legati alla panchina si è conclusa con un pareggio amaro: al Rigamonti, contro l’Alessandria, le Rondinelle si sono dovute accontentare di un 1-1, dopo un primo tempo senza occasioni ed un secondo tempo in cui il risultato è sbloccato da Corazza.

Il Brescia non è si risvegliato neanche in questo modo: solo al 90esimo Moreo ha segnato la rete del pareggio. Proprio gli ultimi minuti sono stati segnati da una polemica, per il mancato rigore concesso al Brescia dopo che Ba aveva toccato la palla con il braccio.

Una situazione che ha scatenato l’ira di Massimo Cellino, presidente dei biancoazzurri, che ha urlato “Vergogna” all’arbitro e subito dopo il fischio finale è corso via verso la sua auto. Il Brescia resta quarto con 40 punti, ma il clima è ancora incandescente, con Inzaghi prima esonerato e poi rientrato in panchina nel corso della settimana.

“La squadra ha dimostrato di avere un’anima dopo una settimana difficilissima”, ha commentato il tecnico dopo la partita, “con questa voglia possiamo scrollarci di dosso tutto quello che è successo”. Intanto, però, è da novembre che il Brescia non vince in casa.

Share This