Non coinvolgono fortunatamente la Vallecamonica i numeri elevati che continuano a registrarsi a Brescia e nel resto della provincia, con focolai, che si sviluppano soprattutto nelle famiglie, che continuano a preoccupare.

L’Ats della Montagna ha infatti segnalato, per giovedì, un aumento di 27 casi. Sono 15 i nuovi guariti, mentre non si sono registrati decessi.

Dei 795 positivi del bresciano comunicati dalla Regione (il dato più alto in una sola giornata da inizio pandemia) , 779 sono nel territorio di competenza di Ats Brescia. Sono emersi con la processazione di ben 6.900 tamponi. L’aumento dei contagi secondo quanto riferito da Ats sarebbe da imputare a un accumulo di referti. Ma non c’è da abbassare la guardia: a Brescia è stata trovata in alta percentuale la variante inglese, molto più contagiosa.

Share This