Amarezza per l’esclusione di Brescia dalla possibilità di ospitare l’Adunata alpina del 2020.

Una candidatura che era stata presentata congiuntamente dalle sezioni di Brescia, Salò e Vallecamonica.

Brescia è stata superata da Rimini, che ora dovrà vedersela con Torino, Verona e Firenze.

Nonostante lo sconforto per una decisione che faticano a comprendere, gli alpini bresciani hanno già in mente di candidarsi per il 2021, come ha assicurato il presidente dell’Ana di Brescia, Gianbattista Turrini.

 

Share This