Tra il Brescia e Pippo Inzaghi è ormai separazione consensuale. Dopo il colpo di scena della settimana scorsa, con il tecnico esonerato a marzo che aveva ottenuto il reintegro, nelle ore scorse si è giunti ad un accordo che chiude definitivamente la vicenda e permette alla società di poter iniziare a lavorare più tranquillamente sulla prossima stagione.

Massimo Cellino, presidente del Brescia, ed Inzaghi si sono incontrati per un faccia a faccia durante cui hanno analizzato la situazione, gli errori commessi e soprattutto trovato un accordo che permette ad entrambe le parti di intraprendere strade differenti senza gli strascichi di un contenzioso legale.

I dettagli dell’accordo ora passano in mano ai legati della società e del tecnico, ma il più è stato fatto ed Inzaghi ora non è più nel libro paga del Brescia: una soluzione che gli permette di uscire a testa alta dall’esperienza biancoazzurra e che consente al Brescia di non compromettere l’inizio della stagione. E per il dopo-Inzaghi e dopo-Corini (quest’ultimo uscito di scena nel più totale silenzio), c’è già un nome: quello di Pep Clotet, già contattato da Cellino e per cui ci sarebbe un contratto biennale pronto.

Share This