Una giornata con numeri in calo, quella di lunedì: Brescia e provincia hanno infatti segnato “soltanto” 431 casi in più. E la Vallecamonica, in due giorni, domenica e ieri, ha raggiunto i 63 nuovi casi complessivi.

Intanto ieri siamo entrati in zona rossa e le ulteriori restrizioni dovrebbero limitare la diffusione del virus. Contemporaneamente Asst di Vallecamonica prosegue la campagna vaccinale, con il weekend dedicato ai primi 1500 del personale scolastico del territorio e la ripartenza, già da lunedì, della somministrazione dei richiami agli over 80.

Sulla controversa vicenda dei vaccini AstraZeneca, utilizzati anche a Esine su almeno 2.500 persone, la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Letizia Moratti, ha dichiarato che anche in Lombardia, in ottemperanza alle indicazioni dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), è stata sospesa, con assoluta tempestività, la somministrazione di tale vaccino, in attesa di ulteriori determinazioni da parte degli organi competenti.

A Brescia da inizio campagna in provincia erano arrivate circa 17.800 dosi. In Vallecamonica al momento restano in sospeso le 700 convocazioni effettuate per domenica all’ospedale di Esine, sempre riservate al personale della scuola.

Share This