Tornano ad allenarsi a Torbole Casaglia i giocatori del Brescia. Da questo venerdì, in modo per ora del tutto volontario, la squadra può scendere sul campo del Centro Sportivo e riprendere l’allenamento fuori casa. Ad attenderli Francesco Bertini, preparatore atletico, ed Alessandro Vitrani, preparatore dei portieri: Diego Lopez, allenatore delle Rondinelle, resta in quarantena domiciliare, essendo domenica scorsa rientrato dall’Uruguay.

Giovedì, a Torbole Casaglia, si sono presentati Alfonso, Semprini, Papetti, Mangraviti, Skrabb, Bjarnason, Gastaldello e Prandini. Gli allenamenti volontari dureranno fino a domenica, da lunedì, invece, si riprenderà con gli allenamenti di gruppo, alla presenza di Michele Fini, vice allenatore.

Massimo Cellino, presidente del Brescia, sta intanto aspettando che il Panathleticon possa essere accreditato per i tamponi per effettuarli sui giocatori senza andare a gravare sulle strutture pubbliche. Prosegue, inoltre, la protesta della Curva Nord, che da ormai due mesi insiste sullo stop del campionato: dopo aver detto, a marzo, che non avrebbe presenziato alle eventuali nuove partite, gli ultras hanno esposto uno striscione fuori dal Rigamonti ribadendo la loro contrarietà. “Ma quale ripartenza, per noi non c’è partita”, si legge sullo striscione, “Brescia vuole rispetto per chi ha perso la vita”.

Share This