Sono ormai due anni che chi deve passare sulla Statale 42, nel tratto poco prima della galleria di Nadro di Ceto per chi scende (cento metri circa dopo il tunnel per chi sale), mette a rischio gomme ed ammortizzatori della proprio auto. Colpa di una strada che presenta buche e deformazioni, che costringono gli automobilisti a rallentare, cosa che però spesso non li salva dai danni.

Come raccontato da alcuni automobilisti e da un gestore di un’autofficina al Bresciaoggi, non sono poche le persone che si ritrovano con le gomme squarciate o il cofano rovinato dagli ammortizzatori. Persone che si sono rivolte all’Anas, la cui strada è di competenza, per chiedere un rimborso: eppure, dall’ente non sono ancora giunte risposte, costringendo gli automobilisti o ad insistere o a gettare la spugna.

Basterebbe poco: riasfaltare quel tratto non sembra essere un’impresa, ma al momento non sono previsti interventi, se non la posa della segnaletica che avverte della presenza della strada deformata. Agli automobilisti non resta che essere prudenti ed insistere con l’Anas per ottenere i dovuti rimborsi.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This