Da venerdì sono state aperte le possibilità di prenotazione della vaccinazione anti-Covid alle persone vulnerabili o con grave disabilità non in carico ad una struttura ospedaliera. Ma qualcosa non ha funzionato e il portale sta buttando fuori molti lombardi, nonostante rientrino in queste categorie.

A quanto pare la Regione non ha dialogato con Ats e Inps, che detengono le liste dei soggetti fragili rientranti nelle categorie prioritarie, e di conseguenza non vengono riconosciuti tutti i codici fiscali degli aventi diritto.

A tal proposito è intervenuta ieri Letizia Moratti: “Dal 2010 – dice la vicepresidente di Regione Lombardia – sulla base dei dati forniti dall’Inps, che da allora in poi li ha registrati, sono 284.000 le persone adulte che soffrono di qualche disabilità. Da questo elenco mancano coloro che sono stati registrati come disabili prima del 2010” Per risolvere l’intoppo l’assessore al Welfare avrebbe chiesto ai medici di medicina generale di segnalare alle Ats i nominativi dei disabili che hanno in carico e dei loro caregiver, tramite i certificati di riconoscimento delle patologie e codici di esenzione. A loro volta le Ats li inseriranno sul portale delle Poste, sbloccando le prenotazioni.

Con riferimento all’attività vaccinale anti-covid in Vallecamonica, Asst fa sapere che lunedì mattina è stata avviata con successo, grazie a una pluralità di linee vaccinali, la campagna massiva presso i centri di Edolo (Ex Convitto Bim) e Boario Terme (Centro Congressi), con l’inoculazione di circa 300 prime dosi ai 75-79enni del territorio camuno-sebino. Il numero di vaccinati potrà progressivamente incrementare, potenzialmente fino a raggiungere circa 2000 dosi giornaliere, così come dalla programmazione proposta dall’ASST. Un lavoro di squadra, sotto il coordinamento della Direzione strategica, i professionisti dell’Azienda – sanitari, tecnici ed amministrativi, a cui si affianca un generoso volontariato, espresso sia in forma singola che organizzata, tramite numerose associazioni ed enti del terzo settore.

Nel frattempo per Ats della Montagna è disponibile il Vax Manager Franco Milani (mail: vaxmanager@ats-montagna.it – tel: 0342555111)

Share This