L’Ufficio per lo Sport del Consiglio dei Ministri nelle scorse ore ha dato l’ok al protocollo in cui la Figc ha stilato le linee guida per la ripresa dei campionati dilettantistici in piena sicurezza. Si tratta di un protocollo di 41 pagine che fornisce le necessarie indicazioni tecnico-organizzative e sanitarie per la ripresa degli allenamenti collettivi e dell’attività agonistica.

Alla base c’è la necessità di evitare assembramenti fuori dal terreno di gioco e limitarli il più possibile in campo, compatibilmente con le regole del calcio. Nel documento si parla di misura della temperatura, ingressi possibilmente separati, igienizzazione delle mani e sanificazione dei diversi ambienti. Le persone all’interno della struttura, in occasione delle partite, non dovranno essere più di 140 e, in ogni caso, il gruppo ospite non potrà superare le 40 unità. Ancora in sospeso la possibilità per i tifosi di assistere alle gare.

Il calcio bresciano attende a tal proposito integrazioni e indicazioni dalla Regione Lombardia. Intanto la delegazione provinciale della Figc  sottolinea come questo protocollo aggiornato non debba essere percepito come un “liberi tutti”.

Confermate le date della ripartenza: il 13 settembre scatteranno Coppa Italia e Coppa Lombardia, il 27 dello stesso mese cominceranno i campionati dall’Eccellenza alla Seconda categoria. La Terza, invece, dovrebbe scendere in campo la settimana successiva, il 4 ottobre.

Share This