Se il risultato della gara di Coppa Italia di mercoledì 30 settembre contro l’Ome non avrà conseguenze sul suo destino all’interno del torneo (il Real Dor si è già qualificato per il prossimo turno), il Bienno –in Promozione- ora si concentra sul campionato in partenza domenica, con un solo obiettivo: la salvezza.

La squadra camuna ha trovato in Flavio Trovadini, dal Sellero Novelle, il suo nuovo allenatore: a lui il compito di far crescere i numerosi giovani dalla classe 2000 alla classe 2004 di cui è composta la squadra, dove ritroviamo tra gli altri Castelnovi e Felappi, ma anche Gelfi in attacco e Bettoni, Spagnoli e Richini.

Una squadra giovane, quindi, “quasi una Juniores”, l’ha definita Elvio Brugoni, il direttore sportivo, al Bresciaoggi, che ha dovuto lavorare con un budget ridimensionato. “Le mie motivazioni sono sempre grandi anche se la situazione non è semplice”, ha aggiunto Trovadini, “l’entusiasmo non manca e i ragazzi si impegnano molto.

Sono venuti a mancare giocatori importanti che erano qui nelle annate precedenti, ma sostituirli con altri altrettanto esperti non è stato possibile in questo momento”. Occhi puntati, quindi, sulla gara di domenica, la prima di campionato, contro il San Giovanni Bianco, che il Bienno affronterà in trasferta.

Share This