Presentato ieri alle terme di Boario il progetto Camoon Bike emotions, che vede enti pubblici e privati collaborare per promuovere il turismo su due ruote in Vallecamonica e il rilancio della cittadina termale.

Le possibilità sono almeno quattro e sono state elencate da Dario Colossi, di Sycomor events, affiancato dal sindaco di Darfo Boario Terme Mondini e dall’assessore in Comunità Montana Maugeri, oltre che dai vari operatori turistici coinvolti: dallo staff delle Terme di Boario, presiedute da Michela Vielmi, ai gestori dei bike hotels della cittadina termale, fino a un tour operator specializzato del settore come Luca Ruggeri di Road Bike Tours Italy .

Si va dai tour in bici da strada o e-bike, settimanali o lunghi un week end, che toccano la Valle e il Sebino, per atleti, appassionati, famiglie, turisti, fino alla “Mountain bike experience” di un giorno con associazioni e guide del territorio.

Ma non ci sono solo tour: varie le esperienze outdoor che si possono fare a integrazione dell’offerta, magari per gli accompagnatori meno avvezzi alle due ruote o per completare l’esperienza. A Darfo, poi, ci sarà la Boario bike experience, la struttura organizzativa per l’animazione dei tour giornalieri e degli eventi.

Camoon, che suona come “camuno” ma che include la parola luna in inglese – moon – a simboleggiare un sogno, fornisce un catalogo tra cui scegliere e un portale di promo-commercializzazione.

Share This