I fondi sono pochi, e le necessità numerose: da qui, la decisione quasi ‘storica’ del Comune di Capodiponte e dell’Agenzia Turistico Culturale del paese di ripristinare la biglietteria all’ingresso del Parco archeologico di Seradina e Bedolina.

 

Da giovedì, quindi, oltre ai nuovi orari di accessi (il parco sarà aperto dalle ore 09:00 alle 17:00, tutti i giorni), si tornerà a pagare il biglietto, dopo anni di ingresso gratuito. Una decisione presa per far fronte ad alcune spese di manutenzione del parco, alla necessità di implementare la cartellonistica e la segnaletica ma, soprattutto, per effettuare gli attesi lavori di restauro della principale roccia istoriata, che da tempo necessita di cure.

Il parco, grazie anche all’ingresso gratuito, in questi anni ha visto crescere i suoi visitatori, passati dai 6mila del 2012 agli oltre 14mila del 2016. Il nuovo ingresso a pagamento chiederà 4 euro per il biglietto intero, due per il ridotto (dai sei ai diciotto anni) e l’ingresso gratis per minori di sei anni, guide ed accompagnatori, diversamente abili e residenti a Capo di Ponte.

Share This