Anche quest’anno, la notte di Capodanno ha portato tanti festeggiamenti, ma anche qualche ferito prontamente soccorso.

 

Il 118 è infatti intervenuto su più fronti, nel corso della notte, per soccorrere persone colpite da malore o che hanno subìto i danni dei petardi scoppiati alla mezzanotte. Fortunatamente, però, non si segnalano casi gravi.

La prima ad essere stata soccorsa, intorno all’una di notte, è stata una ragazza di 20 anni a Montecampione, rimasta ustionata a causa di un botto e trasportata a Lovere. Particolarmente attivi i soccorritori a Borno, dove la consueta festa in piazza ha portato al ricovero, ad Esine, di una 19enne feritasi durante i festeggiamenti, e di un 23enne per intossicazione etilica. Sempre a Borno, ma intorno alle ore 06:40, un trentenne è stato trasportato ad Esine dopo un’aggressione, che ha visto anche l’intervento dei carabinieri di Breno.

Da segnalare anche un malore di una 17enne, ricoverata ad Edolo, al Palazzetto dello Sport di Pontedilegno, dove si teneva l’evento di Capodanno, mentre intorno alle 05:45 un 19enne, a Piancogno, è stato ricoverato all’ospedale di Esine per intossicazione etilica.

Gli incidenti sono proseguiti anche in mattinata: a Ceto un’auto con a bordo un 20enne e due 21enni è finita contro un ostacolo. I tre sono stati ricoverati ad Esine, mentre sul Tonale un 20enne è rimasto ferito sulle piste da sci, tanto da richiedere l’intervento dell’elisoccorso ed il trasferimento a Sondalo.

Share This