Un raduno a Piancamuno per apprendere il nuovo regolamento di Karate

Un raduno a Piancamuno per apprendere il nuovo regolamento di Karate

Il Karate Master Rapid SKF CBL nel fine settimana del 27, 28 e 29 dicembre, al PalaPubblitime di Piancamuno, ha organizzato uno stage che aveva come tema centrale il nuovo regolamento di karate.

I docenti delle sedute d’allenamento sono stati alcuni tecnici dello Staff del sodalizio, in particolare i Maestri Francesco Landi, Mario Roversi e Oscar Pe, coordinati dal Maestro Francesco Maffolini.

Il prestigioso raduno locale di karate ha permesso ai partecipanti di approfondire le novità introdotte dal nuovo regolamento 2020 grazie all’analisi teorica e pratica di varie situazioni di gara.

Un’occasione importante di crescita per aumentare il livello tecnico generale, alla quale hanno aderito i maggiori talenti del sodalizio e alcuni atleti provenienti dai migliori club italiani.

Dopo qualche giorno di riposo, dal 7 gennaio l’Asd Master Rapid riprenderà le attività, i corsi e gli allenamenti in tutte le sedi sparse sul territorio camuno-sebino.

Dilettanti, è il Piancamuno la  miglior squadra del 2019

Dilettanti, è il Piancamuno la miglior squadra del 2019

È il Piancamuno la squadra dei dilettanti bresciani che ha brillato nel 2019.

I giallorossi di Giovanni Maggioni, in Seconda Categoria, sono, in chiusura d’anno quelli che hanno fatto meglio in campo, riscattando un 2018 un cui hanno vissuto la retrocessione e ipotecando il ritorno in Prima categoria dopo aver chiuso il girone d’andata in vetta solitaria, a ben 9 punti di vantaggio sul Paratico.

In tutto sono 69 i punti conquistati in 30 partite (del campionato 2018/2019 e di quello in corso). Il Piancamuno ha inoltre collezionato 21 vittorie nell’anno 2019, vincendo il 70% delle gare.

Con 72 gol segnati, inoltre, i camuni vantano il secondo miglior attacco della provincia, alle spalle del Real Castenedolo.

Piancamuno, due persone intossicate da monossido di carbonio

Piancamuno, due persone intossicate da monossido di carbonio

Intervento di Vigili del fuoco e sanitari all’alba di sabato, attorno alle 5:00, per una presunta intossicazione da monossido di carbonio.

E’ successo a Piancamuno, in un’abitazione privata, dove due persone sono state soccorse da ambulanza e automedica dopo che avevano respirato il pericoloso gas.

Ancora da appurare le cause dell’esalazione. I Vigili del fuoco di Darfo Boario sono intervenuti con i loro rilevatori, chiudendo tutte le possibili fonti di monossido e mettendo in sicurezza l’appartamento.

Piancamuno si prende in carico la raccolta rifiuti di Montecampione

Piancamuno si prende in carico la raccolta rifiuti di Montecampione

Come già accaduto ad Artogne lo scorso anno, anche Piancamuno, dal primo gennaio, si prenderà in carico la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nella propria parte di territorio di Montecampione.

Una scelta che arriva dopo diversi confronti con il Comitato per Montecampione e con la Prefettura, e che troverà l’ufficialità con una delibera al momento dell’approvazione del piano tariffario della Tari annesso al bilancio di previsione 2020.

Se a Piancamuno funziona la tariffa puntuale, per la parte della località turistica che ricade sotto la competenza del Comune dovrebbe invece proseguire il tipo raccolta attuale, incentrata su cassonetti e campane per vetro e plastica.

Una formula a favore della quale si è speso il primo cittadino Giorgio Ramazzini, che ha invitato i residenti nella stazione montana a contribuire affinché i livelli di raccolta differenziata raggiunti vengano mantenuti, se non migliorati. Stando al quaderno dell’Osservatorio rifiuti della Provincia, Piancamuno ha fatto registrare una raccolta differenziata pari al 75,10%, attestandosi a circa a metà classifica nell’elenco dei 205 Comuni bresciani.