Pontedilegno tappa finale della Coppa delle Alpi

Pontedilegno tappa finale della Coppa delle Alpi

Il fascino delle auto storiche incontra la bellezza dei paesaggi d’alta quota. E’ la Coppa delle Alpi, evento che si terrà dal 4 al 7 dicembre prossimi ed organizzato da 1000 Miglia Srl.

Un percorso di 1.200 chilometri suddiviso in quattro tappe, che attraverseranno l’Italia, l’Austria, la Germania e la Svizzera e le località più rinomate dell’arco alpino, che per l’occasione stanno già organizzando eventi collaterali per accogliere la carovana.

Cento le auto partecipanti, tutte costruite fino al 1976: la partenza è prevista il 4 dicembre da Brescia, quando le vetture si sposteranno verso il lago di Garda per poi giungere a Bolzano e Bressanone. Nella seconda tappa, invece, ci si sposterà verso le Dolomiti e l’Austria, tramite il Passo del Brennero, con arrivo a Seefeld.

Nella terza tappa saranno attraversate Austria, Germania ed Italia, per concludere in Svizzera, a St. Moritz. La tappa finale, invece vedrà la Vallecamonica protagonista, con l’arrivo a Pontedilegno ed al Passo del Tonale dove, a 2.585 metri di quota, avverrà la cerimonia di premiazione.  Quindici i passi alpini che saranno affrontati, sessanta le prove cronometrate.

La Coppa delle Alpi avrà anche un pensiero per il rispetto dell’ambiente circostante, che sempre più sta subendo le conseguenze del cambiamento del clima: la base del trofeo sarà realizzata con il legno ricavato da un albero abbattuto da un’alluvione.

Brescia, un punto utile contro la Fiorentina

Brescia, un punto utile contro la Fiorentina

Primo pareggio della stagione per il Brescia in Serie A, che così interrompe la serie di sconfitte subite nelle due partite precedenti contro la Juventus ed il Napoli.

Contro la Fiorentina, le rondinelle hanno saputo tenere testa, sebbene in novanta minuti le occasioni gol siano state davvero poche da entrambe le parti, fatta eccezione per il gol di Ayè al quarto minuto del primo tempo, annullato poco dopo dal Var per un fallo di mano di Tonali.

Il Brescia sale comunque di un punto in classifica, a quota sette punti, ma con una partita in meno, quella contro il Sassuolo, annullata dopo la scomparsa Giorgio Squinzi, patron della squadra e che sarà recuperata a dicembre.

Il prossimo impegno dei bresciani sarà sabato prossimo, alle ore 20:45, in trasferta contro il Genoa, che si trova sotto le rondinelle di due punti.

Master Rapid SKF CBL, che bottino in Sicilia!

Master Rapid SKF CBL, che bottino in Sicilia!

(Foto da Facebook)

Trasferta proficua in Sicilia per sei atleti di Master Rapid SKF CBL, che domenica hanno preso parte agli Open di Karate a Catania.

Dopo un lungo viaggio affrontato a bordo del pulmino della società, i ragazzi guidati dal Maestro Francesco Maffolini sono riusciti a portare a casa ben 8 medaglie.

Giulia Sartoris ed Elena Roversi strappano il bronzo nella categoria juniores e poi non contente danno battaglia nella categoria Senior ottenendo la finalissima una contro l’altra, che vede la Roversi aggiudicarsi l’oro.

Ennesimo podio ad un Open per Federico Arnone, che, nella categoria cadetti, si misura con i più bravi d’Italia portandosi a casa un meritato bronzo.

Dopo l’oro Nazionale a squadre, ritorno sul podio anche per Larisa Stoica che, nella categoria cadette, conferma il suo stato di forma e ottiene la medaglia di bronzo, così come Karim Ederar , nell’under 14 maschile, mentre la sorella Miriam raggiunge la finalissima ma cede, guadagnandosi comunque un prestigioso argento.

Contemporaneamente a Suzzara (Mantova) al Trofeo Lis FIJLKAM di Kumite c’erano quattro atleti della Master Rapid SKF CBL in gara, di cui tre ori: Aurora Pendoli, Emanuele Pendoli, Sofia Pedersoli; Lorenzo Federici Bronzo.

Calcio, i risultati dall’Eccellenza alla Terza categoria

Calcio, i risultati dall’Eccellenza alla Terza categoria

Oltre al Breno, ecco quali sono state le squadre camune protagoniste della domenica calcistica.

Il Darfo, in Eccellenza, chiude in pareggio sul campo dell’Offanenghese. Di Baccanelli la rete che permette ai neroverdi di portare a casa un punto e di posizionarsi terzultimo a 5 punti nella classifica del suo girone.

Il SGB Bienno aveva giocato sabato sera, subendo una sconfitta 2-0 in casa della Vighenzi. La classifica vede i camuni a 7 punti, al quart’ultimo posto

Travolto da tre reti del Gorle il Sellero Novelle in Prima categoria, finisce in fondo alla classifica con un solo punto.

Agguerrito il derby tutto camuno di Seconda categoria, tra Nuova Camunia e Piancamuno. La spuntano gli ospiti, che si confermano al vertice della classifica, con il risultato di 2-3. La Nuova Camunia è sesta a 11 punti.

Bene le squadre di Terza categoria di casa nostra: Eden Esine-Casaglio 3-1; Orsa Iseo-Chiesanuova 1-0. Le due compagini sono in vetta con 15 punti e nemmeno una sconfitta all’attivo.

Franciacorta- Breno 4-2, l’intervista a Tacchinardi

Franciacorta- Breno 4-2, l’intervista a Tacchinardi

Un derby che non ha lasciato scampo al Breno quello giocato oggi ad Adro contro lo Sporting Franciacorta. Una partita ricca di gol: 4 per i padroni di casa, 2 per i granata.

Se il primo tempo era terminato con l’1-1 che poteva mettere tutti d’accordo, nella ripresa i ragazzi di Tacchinardi hanno avuto gioco difficile.

Prima un rigore assegnato al Franciacorta e messo in rete da Bertazzoli, pochi minuti dopo un altro gol sempre di Bertazzoli, e poi il poker firmato Mangiarotti mandano in crisi i camuni.

Degno di nota il gol di Triglia al 70′, grazie a un’incredibile rovesciata. Finisce 4-2, e il Breno mostra il suo lato debole. Quinto in classifica a 13 punti.

Rammarico da parte del mister Mario Tacchinardi, intervistato dal nostro inviato Cesare Casalini.

SGB Bienno, l’anticipo serale non porta bene

SGB Bienno, l’anticipo serale non porta bene

È finito 2-0 per i padroni di casa l’anticipo di Promozione Vighenzi-SGB Bienno.

La formazione camuna – che ha chiuso in nove – è stata sconfitta con una doppietta di Negrello.

Nottata amara per il Bienno di Manenti, mai in partita e troppo nervoso, come confermano anche i due cartellini rossi su Vailati e Calzoni.

Il Bienno si ferma a 7 punti in classifica.