L’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica presenta I concerti della domenica: l’appuntamento del 13 febbraio a Breno

L’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica presenta I concerti della domenica: l’appuntamento del 13 febbraio a Breno

IL CONCERTO DEL 13 FEBBRAIO

Sempre con Savina Zani andiamo alla scoperta dell’ultimo appuntamento della rassegna, previsto per il 13 febbraio, alle ore 20:45, nella chiesa di Sant’Antonio a Breno e dedicato alla figura di Mozart, con inserti teatrali a cura di Centopercento Teatro e di Antonio Panice.

IL CONCERTO DEL 2 GENNAIO

Savina Zani ci presenta il primo evento del 2022 dell’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica, domenica 2 gennaio, alle ore 20:45, nella Pieve di Edolo. L’ingresso è libero, ma è possibile prenotare un posto inviando un messaggio al numero 371 42 18 642. Obbligo di Super Green Pass ed ingresso con mascherina Ffp2.

IL CONCERTO DEL 19 DICEMBRE

Insieme a Savina Zani andiamo alla scoperta del concerto di domenica 19 dicembre, alle ore 20:45, nella chiesa di San Maurizio a Breno. L’ingresso è libero, ma è possibile prenotare un posto inviando un messaggio al numero 371 42 18 642. Obbligo di Super Green Pass.

IL CONCERTO DEL 28 NOVEMBRE

Savina Zani, fondatrice dell’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica, presenta l’appuntamento del 28 novembre 2021, alle ore 20:45, nella chiesa parrocchiale di Darfo: il concerto di Santa Cecilia, patrona dei musicisti e dei cantanti. L’ingresso è libero, ma è possibile prenotare un posto inviando un messaggio al numero 371 42 18 642.

I CONCERTI DELLA DOMENICA, LA PRESENTAZIONE DELLA RASSEGNA

Il 18 agosto scorso l’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica ha compiuto 15 anni. Anche per festeggiare questo importante traguardo, i suoi membri hanno deciso di regalarsi e di regalare una rassegna concertistica composta da cinque appuntamenti, denominata “I concerti della domenica”.

Il primo appuntamento si è già tenuto il 24 ottobre scorso presso la chiesa parrocchiale di Cogno, ma altri quattro sono in calendario, tutti alle ore 20:45 e ad ingresso libero. L’Orchestra -sotto la direzione artistica del Maestro Silvio Maggioni- si esibirà il 28 novembre presso la chiesa parrocchiale di Darfo ed il 19 dicembre presso la chiesa di San Maurizio a Breno. Nel 2022, invece, sono previsti altri due concerti, il 2 gennaio presso la Pieve di Edolo ed il 13 febbraio nella chiesa di Sant’Antonio a Breno.

A questi eventi se ne aggiungeranno altri fuori cartellone, oltre ad un concerto per gli associati, la cui data e luogo deve essere ancora definita. Il Dott. Mario Conti, presidente dell’Orchestra, invita tutti i Soci ad aderire con la quota associativa annuale all’Associazione.

“Sono convinto che investire in arte e cultura”, dice, “sia un investimento in civiltà, come affermava Sant’Agostino. Spero che tutti coloro che credono nell’arte, nella musica, nella cultura, nel cambiamento, nella forza dei talenti musicali che la Valle ha creato, capiscano che solo così potremo continuare a crescere ed a portare serenità e note nel cuore di tutti”.

L’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica, sostenuta al momento della sua fondazione anche dalla Comunità Montana e dal Bim, è composta da professionisti di età compresa tra i 20 ed i 40 anni, diplomati in Conservatorio ed apprezzati nel panorama musicale italiano ed estero.

Gli appuntamenti di febbraio all’Eremo di Bienno

Gli appuntamenti di febbraio all’Eremo di Bienno

Sono numerosi gli appuntamenti che l’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno ha messo a punto per il mese di febbraio. Come sempre, abbiamo chiesto al direttore don Tino Clementi di illustrarceli. “Febbraio, anche se un piccolo mese, propone degli incontri importanti nelle nostre famiglie e parrocchie, ma anche all’Eremo”, ci dice don Tino, che ricorda che il mese inizia, il 2, con la solennità della Presentazione del Signore: “Siamo legati al ricordo delle candele, ma è la giornata della luce: Cristo è la Luce delle genti e senza di lui saremmo veramente al buio”.

L’Eremo celebrerà, domenica 6, la Giornata per la Vita, “e quanto bisogno c’è di riflettere e di pregare su questo”. Mercoledì 9 , alle ore 20:30, è invece in programma un incontro dal titolo “Le cinque ferite della persone nell’esperienza di S. Geltrude”, Santa biennese fondatrice delle suore sacramentine, alla presenza di don Valter Pinessi, a cui si deve lo studio della Santa. L’11 febbraio l’abbraccio agli ammalati con la Giornata a loro dedicati, mentre domenica 13, dalle 14:00 alle ore 16:00, si terrà “L’Eremo dei piccoli”, un pomeriggio per i bambini dall’ultimo anno di scuola materna alla terza elementare.

Dal 13 al 18 febbraio saranno invece ospitati una quarantina di giovani sacerdoti delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi; l’Eremo celebrerà ovviamente, il 15, i Santi Faustino e Giovita, patroni della Diocesi di Brescia, mentre il 18 si ricorderà Santa Geltrude Comensoli.

Il 25 febbraio, dalle 18:00, torna “Walking in the light”, incontro musicali per i giovani, mentre il giorno successivo, alle ore 15:00, spazio all’incontro “I ragazzi della Rosa Bianca: studenti contro Hitler”, rivolto ad adulti e giovani e con la partecipazione di Anselmo Palini e Luciano Bertoli.

Il mese si chiude, il 28, con il primo incontro di un nuovo corso biblico tenuto da don Alessandro Gennari, dal tema “Un Dio che parla”. Don Tino ricorda che tutti gli appuntamenti si possono trovare sul sito dell’Eremo, presso cui è possibile anche ritirarlo in versione cartacea; per informazioni si può chiamare il numero 0364 40 081. “Auguro un buon mese”, chiude don Tino, “un mese di luce, di forza e di salute”.

Le proposte di gennaio all’Eremo di Bienno. Mons. Clementi: “Nutrire la nostra fede per non sbandare”

Le proposte di gennaio all’Eremo di Bienno. Mons. Clementi: “Nutrire la nostra fede per non sbandare”

Con il nuovo anno ha inzio anche una nuova parte della programmazione annuale delle proposte dell’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno. Mons. Tino Clementi passa in rassegna quelle in calendario nel mese di gennaio.

“Sono lieto di dare il buon anno, buon 2022, con il calendario dell’Eremo” esordisce il direttore dell’Eremo.
“Mi permetto di presentare quello che abbiamo messo in programma, senza volerci sostituire alle parrocchie, ma piuttosto nel metterci a fianco per offrire degli interventi”.

“Subito cominceremo dei corsi. Dall’8 gennaio, ogni sabato, fino al 5 marzo, si terrà il corso di catechesi per fidanzati. Dal 10 al 15 gennaio il Vescovo Pierantonio verrà all’Eremo terrà gli esercizi per i giovani preti della nostra diocesi. Poi, dal 10 gennaio e per quattro lunedì, avremo il corso biblico con il bravo e apprezzato monsignor Mauro Orsatti, dal titolo ‘I fallimenti di Gesù'”.

Si prosegue il 15 gennaio: “Il giorno 15, alle 15:00 verrà il direttore dell’Istituto centro Paolo VI di Concesio don Angelo Maffeis a parlare di ‘Paolo VI Pellegrino di Pace’. Ricorderemo poi, il 16, anche il Beato Giuseppe Tovini”

Il 22 gennaio una ricorrenza particolare, all’Eremo ci sarà la messa bizantino slava.

Il direttore dell’Eremo continua con gli appuntamenti: “Domenica 23 sarà la domenica della parola: prendere coscienza che la parola, come dice il Vescovo, è il vero tesoro della Fede che dobbiamo custodire”.

Alla fine del mese due corsi di esercizi per sacerdoti e religiosi ma anche per laici: “Durante il primo, dal 23 al 28, sarà presente un padre gesuita, Padre Cesare Bosatra, e rifletterà sul tema ‘Facciamo l’uomo a nostra immagine’. Il 30 comincerà un altro corso di esercizi, che continuerà fino al 4 febbraio, con don Dario Vitali,che è un sacerdote di Edolo, docente alla Gregoriana, da poco nominato membro della segreteria del sinodo straordinario: terrà questo corso ‘Esercizi di sinodalità”’.

Mons. Clementi conclude: “Penso che siano delle occasioni propizie per crescere, perché anche in questo periodo di turbamenti dobbiamo avere delle precauzioni per la salute, ma dobbiamo stare anche attenti e nutrire la nostra fede per non sbandare. L’augurio è che l’Eremo possa essere ancora una volta un buon aiuto per le comunità e per i cristiani che desiderano partecipare”.

Natale tra i volontari del 112 de L’Arnica di Berzo Demo: “Ecco cosa significa per noi trascorrerlo in turno”

Natale tra i volontari del 112 de L’Arnica di Berzo Demo: “Ecco cosa significa per noi trascorrerlo in turno”

Con lo scoppio della pandemia li abbiamo più volte definiti eroi. Loro ci sono sempre, sono i volontari del 112, pronti a Natale, come ogni giorno dell’anno, a gestire una qualsiasi emergenza. Abbiamo incontrato Luca Franzinelli, Ivan Legena e Laura Pacchiotti de L’Arnica di Berzo Demo, che trascorreranno la giornata di turno.

“Passare la giornata di Natale in turno 112, o da volontario in generale, credo che rappresenti quello che è lo spirito del volontariato: mettersi a disposizione degli altri, di qualcuno che potrebbe avere bisogno di noi, indipendentemente da quello che è la nostra esigenza personale” afferma Luca “In più il 118 ti fa vivere delle situazioni molto particolari, forti e intense con delle persone con cui e molte volte si crea un legame altrettanto forte altrettanto intenso: passare il giorno di Natale con queste persone non è un togliere ma è sicuramente un ricevere, condividere, passare una giornata con quello che potrebbe anche essere lo spirito del Natale, nel modo che ci fa comunque stare bene”.

“È bello dedicare un turno di 112 che abbia un po’ il sapore del Natale” riflette Ivan “Dedicare una parte di giornata alla famiglia e poi togliere i panni della quotidianità: si indossa la divisa e si va in turno con i colleghi, si vive la giornata sapendo che si è lì nel caso in cui chiunque abbia bisogno di un aiuto. È una giornata che vivo con una bella serenità, convinto che sia vissuta appieno. Noi soccorritori, come infermieri e medici, sappiamo che dare questo a chi eventualmente bisogno sia la scelta la scelta migliore, una scelta che appaga notevolmente quindi…ci piace!”

“Cosa vuol dire per me passare il Natale in turno con 112? È un po’ come stare nella tua seconda famiglia, con il plus che potresti essere d’aiuto a qualcuno che ha bisogno del tuo aiuto” dichiara Laura “Non vedo un togliere, un sacrificio, un torto alla famiglia…ma un gesto d’amore verso gli altri. Un gesto che, se mai dovessi averne bisogno, piacerebbe venisse rivolto anche a me. Inoltre è bello passare le feste anche con gli amici con la A maiuscola.”

Alberto Bernardi, vicepresidente di Arnica, aggiunge a queste riflessioni significative dei volontari gli auguri dell’associazione: “Mi limito a fare i miei migliori auguri di buone feste e di un buon anno a tutti i volontari che mettono a disposizione il loro tempo per la comunità in uno spirito di solidarietà e di cura del bene comune e invito tutti quelli che non dedicano del tempo alle piccole cose e alla comunità a impegnarsi di più e cercare di adottare questo spirito che tutti i nostri volontari hanno”.

Movember Vallecamonica dà il via al mese della prevenzione al maschile con un testimonial d’eccezione

Movember Vallecamonica dà il via al mese della prevenzione al maschile con un testimonial d’eccezione

Movember sta tornando. Con il mese di novembre alle porte, anche il gruppo di Vallecamonica del movimento del “baffo”, che si impegna da anni a livello internazionale nella raccolta di fondi e nella sensibilizzazione sulle tematiche legate alla salute maschile (cancro della prostata e dei testicoli e igiene mentale), ha in serbo delle novità e degli eventi.

Si è partiti con un aggancio all’Ottobre in rosa che sta per terminare: la scorsa domenica i ragazzi del Rugby Valle Camonica, dopo la partita in casa della seniores, hanno donato 1.500 euro ad Andos, parte del ricavato della raccolta fondi di Movember 2020 per supportare le attività del reparto di Radioterapia dell’Ospedale di Esine. Altri 1.500 euro sono stati donati alla ricerca effettuata presso gli Spedali Civili di Brescia.

Proprio con l’ospedale cittadino si confermerà l’importante collaborazione, che vedrà ogni settimana l’urologo Giuseppe Mirabella effettuare visite specialistiche di screening per le patologie tumorali tipicamente maschili presso il Poliambulatorio Vitae di Boario Terme, affiancato dal collega camuno dott. Luca Fontana. Lo screening è a offerta libera per tutti i ragazzi e uomini, 15 ai 60 anni. Le visite si terranno nel mese di novembre il venerdì pomeriggio e il sabato mattina (per prenotare 0364529885). Lo scorso anno in Valle vennero visitati un centinaio di uomini.

Oltre agli eventi sul territorio, che serviranno a raccogliere ulteriori fondi per la ricerca (uno spiedo, una merenda, una partita del Rugby Valle Camonica e altro) l’“attrazione” di Movember Vallecamonica sono i gadget, sempre nuovi ogni anno. Prestorik ha già preparato la maglietta con il nuovo testimonial: dopo la capra bionda dall’Adamello (2019) e il Badalisc (2020), per l’edizione 2021 è stato scelto, per i suoi baffoni, il camuno Camillo Golgi, premio Nobel originario di Corteno. Per questo l’inaugurazione ufficiale di Movember avverrà nel paese natale dello scienziato sabato 6 novembre.

Torna l’Ottobre in Rosa con Andos di Vallecamonica Sebino. Fulvia Glisenti: “Parola d’ordine: prevenzione”

Torna l’Ottobre in Rosa con Andos di Vallecamonica Sebino. Fulvia Glisenti: “Parola d’ordine: prevenzione”

L’Ottobre in Rosa torna con le sue inziative, nel mese dedicato alla prevenzione del cancro al seno. Ogni anno gli appuntamenti messi a calendario dall’ATS della Montagna e dalle associazioni sul territorio sono numerosi: dai momenti di approfondimento sullo stile di vita sano, agli incontri sulla divulgazione d’informazioni mediche approfondite, passando per gli eventi di carattere culturale.

Un appuntamento doveroso in questo inizio di ottobre, dunque, quello con il Comitato Andos di Vallecamonica Sebino e con la sua presidente, Fulvia Glisenti, che ai nostri microfoni ha spiegato e ribadito l’importanza della prevenzione.

“Il mese di ottobre è sempre stato il mese della prevenzione del tumore al seno” esordisce Glisenti “Ora si sono allargati un po’ gli orizzonti, tanto che, oltre a puntare alla prevenzione di tutti i tumori femminili, cerchiamo di coinvolgere anche i maschietti, parlando anche di tumori maschili. E’ bene che tutti facciano un po’ di prevenzione, il tumore non guarda sesso, ceto sociale o altro”.

L’intervista a Fulvia Glisenti

Dopo il successo dell’evento svoltosi domenica a Berzo Demo con “Val Saviore in Rosa”, che ha coinvolto la pittrice Patrizia Tigossi e l’esperto di erbe e botanica Italo Bigioli, si prosegue con la proposta forse più nuova e significativa in programma da parte di Andos per l’Ottobre in Rosa 2021:

“Con la psicologa che segue le nostre donne abbiamo pensato a un corso di rilassamento CORPeMENTE. Lo faremo tutti i giovedì del mese di ottobre, previa iscrizione. In questo periodo per coloro che si scontrano con la malattia è veramente molto importante fare questi corsi di rilassamento, completamente gratuiti per i malati oncologici. E’ importante anche e soprattutto dopo la pandemia. Colgo l’occasione per invitare tutti a farsi vaccinare, credo che sia un dovere verso gli altri oltre che verso sè stessi.” Gli incontri, che iniziano questo giovedì 7 ottobre, si terranno presso il PalaViBi di Piamborno, sempre dalle ore 17:00 alle ore 18:15 e hanno già raggiunto il massimo di iscrizioni.

Tornano poi le bustine di zucchero rosa a favore di Andos per la prevenzione. E’ capitato già di vedere edifici illuminati di rosa e vedere aiuole e rotonde decorate con il motivo del rosa. Perchè?
“Tutti i Comuni sono sensibilizzati a questa inziiativa. Il rosa richiama il tema del mese, e ricorda che la prevenzione è il vero salvavita”.

Prevista anche quest’anno la Staffetta di ATS della Montagna sulla ciclabile. Anche Andos parteciperà con un gruppo di 3 uomini e 2 donne (entrambe operate di tumore al seno). E’ in programma per sabato 16 ottobre, dalle 9:00 alle 11:00 e il Comitato sarà sul percorso da Pisogne a Darfo Boario Terme.

A fine mese, il 29, appuntamento presso la Biblioteca di Pian Camuno per la presentazione del libro “Don Pierino Ferrari. Vestito di terra, fasciato di cielo”.
Durante tutto il mese di ottobre, come detto, ci si potrà rivolgere al Comitato per acquistare le Bustine di Zucchero a favore dell’A.N.D.O.S.
Da questa settimana e fino al 6 gennaio 2022, inoltre, le volontarie dell’Associazione Amici di Caterina di Bienno venderanno nella sede di via Castello, ogni mercoledì dalle 14:00 alle 16:00, con un ampio assortimento di manufatti in stoffa. Il ricavato delle vendite verrà devoluto al Comitato Andos di Valle Camonica – Sebino (Per maggiori informazioni contattare Terry Bettoni al 346 213 9954)