Nell’ottobre del 2018, facendo seguito al nuovo piano che l’Istat ha elaborato per fotografare il quadro nazionale relativo ai residenti e alle loro condizioni sociali ed economiche, si terrà un censimento.

Rispetto all’ultima rilevazione, datata 2011, si cambia; verrà introdotto infatti il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. La rilevazione decennale verrà così sostituita da un’analisi annuale a campione, interessando ogni anno circa un milione 400 mila famiglie, in 2800 Comuni italiani.

La provincia di Brescia, per quest’anno, vedrà coinvolti 63 Comuni. In testa c’è il capoluogo, interessato ogni anno dalla rilevazione. I Comuni di provincia parteciperanno alle operazioni una volta ogni 4 anni.

Obiettivo dell’Istat è coinvolgere tutti i Comuni italiani entro il 2021, anno in cui i dati del censimento 2011 decadranno.

Tra i paesi della Vallecamonica e del Sebino che saranno censiti nel 2018 troviamo: sotto i mille abitanti Cimbergo, Cerveno e Cevo. Appena più popolosi sono Artogne, Capo di Ponte, Cedegolo, Esine, Gianico, Sonico e Temù. Interessato dal censimento 2018 anche Darfo, paese più popoloso della Vallecamonica. Sul lago interessati Pisogne e Sulzano.

Share This