La Scuola Materna Regina Elena di Ponte di Legno ha celebrato sabato la festa di chiusura delle numerose iniziative tenute durante tutto l’anno per il suo centesimo compleanno. La realtà educativa dalignese è attiva dal 1922: fondata il 3 settembre e inaugurata alla presenza di Re Vittorio Emanuele II e della moglie Regina Elena, inizialmente ospitata nell’edificio storico in stile liberty, negli anni Novanta la scuola venne trasferita nella moderna struttura di Vicolo Fontana, dove tutt’ora accoglie una sessantina di iscritti.

La fondazione Regina Elena, presieduta da Fausto Mariotti, è costituita da membri nominati dal Comune e dal parroco pro tempore, a libro paga ha una quindicina di dipendenti, tra cui 4 maestre, di cui una madre lingua inglese, un istruttore di educazione fisica, una pedagogista e due cuoche, le quali si occupano anche della mensa per gli alunni dell’attigua scuola primaria di primo grado.

I festeggiamenti si sono aperti a inizio anno con la bobbata sulla neve con i maestri di sci e con l’accoglienza della “Regina Elena” come ospite d’onore. Grande successo anche per lo spettacolo teatrale “Un sogno nel castello” che ha visto i bambini coinvolti dagli attori della compagnia “Teatrodaccapo”. Spazio anche alla formazione dei genitori, degli insegnanti e degli educatori. Il centesimo compleanno non viene considerato un punto d’arrivo, ma solo un importante passaggio e occasione di ulteriore crescita della realtà dell’alta Valle, che fa parte della grande famiglia degli istituti paritari aderenti alla Fism.

Share This