Sabato una giovane cerva di circa due anni, dopo essere stata inseguita a lungo da un cane randagio a Edolo nell’area del Turicla – uno spazio protetto da anni perché al suo interno vivono centinaia di ungulati.

 

E’ finita sulla statale 39 che porta all’Aprica ed è stata investita da un’auto che procedeva in direzione della Valtellina: il conducente però non si è fermato e ha proseguito il suo viaggio.

È successo poco prima delle 10 alle porte di Edolo, nella zona della Nicolina.

Dopo l’impatto la femmina è stata scagliata contro le barriere metalliche e poi, malgrado una zampa spezzata, è riuscita a trascinarsi fino al bivio.

Avvistata dai passanti, che hanno allertato i carabinieri, la polizia provinciale e un veterinario dell’Ats, è stata sedata, e, dopo una visita che ha permesso di accertare oltre alla frattura della zampa anche alcune lesioni alla bocca e a un occhio, trasportata al Centro recupero animali selvatici di Paspardo.

Share This