Grande il lavoro svolto da tutti i tecnici presenti a Bienno da domenica per le ricerche di Domenico Carrara, ritrovato senza vita a cinque giorni dalla scomparsa.

Enorme il dispiegamento di forze grantito dal Soccorso Alpino Cnsas di Lombardia, che da domenica mattina ha messo in campo 144 squadre di ricerca e soccorso per un totale di circa 300 operatori dei vari enti intervenuti, con il Centro Operativo Comunale presso la sede del Comune di Bienno, che ha messo a disposizione la parte logistica.

Un intenso lavoro di pianificazione e di ricerca condiviso dal Cnsas con i Vigili del Fuoco, che dal Comando provinciale hanno messo in campo tutte le risorse necessarie richieste anche a livello regionale, quali personale TAS (topografia applicata al soccorso), elicottero drago84 del nucleo elicotteri Malpensa, squadre SAF, squadre cinofile, droni e squadre tecniche di ricerca.

Determinante il lavoro del Comune di Bienno, e in particolare del sindaco Massimo Maugeri, sul posto anche in qualità di assessore alla Protezione Civile della Comunità Montana, ente che ha convocato sul posto anche i gruppi di Protezione Civile Aib disponibili. Numerosi inoltre i volontari e conoscitori del territorio che si sono prestati alle ricerche. Hanno contribuito alle indagini il SAGF e i Carabinieri del Nucleo Comando di Breno.

Tutti hanno proceduto sin dal 25 gennaio con la determinazione necessaria fino al ritrovamento di Domenico, così come era stato promesso ai suoi familiari e alla sua fidanzata, oltre che all’intera comunità di Grottaminarda, provincia di Avellino, che seguiva la vicenda attraverso i comunicati e le notizie online.

Share This