Entrata in funzione ad inizio anno, la centrale idroelettrica sul fiume Oglio a Cividate Camuno ha iniziato a fruttare un po’ di fondi per il Comune, ma anche a generare qualche disagio.

 

Dopo un normale periodo di taratura dei sistemi, la centrale ha ricevuto la conferma della concessione degli incentivi da parte del Gestore dei Servizi Energetici, portando nelle casse del Municipio, già quest’anno, 70mila euro. Una volta a regime, spiega al Giornale di Brescia Cirillo Ballardini, sindaco di Cividate Camuno, il Comune riceverà per trent’anni 100mila euro annui, che saranno investiti in opere pubbliche e servizi. A questi benefici, però, si affianca il disagio causato dai rifiuti che si accumulano sulle vasche di accumulo a bordo fiume, che hanno già portato il sistema di incanalamento a bloccarsi.

[Foto da Giornale di Brescia]

Share This