Tre giovani senegalesi sono rimasti intossicati dal monossido di carbonio nella serata di ieri a Cividate Camuno.

L’allarme è stato lanciato da un 20enne della Costa d’Avorio, amico dei tre. Sul posto sono giunti vigili del fuoco, carabinieri, un’ambulanza e l’automedica, con i sanitari che hanno soccorso i tre, uno originario del Senegal e gli altri due della Costa d’Avorio.

Sono stati coinvolti in un’intossicazione per le esalazioni del braciere acceso in casa. I tre sono stati trattati dai sanitari sul posto, due, dopo essere stati accompagnati all’ospedale di Esine, sono stati dimessi nella notte, mentre un terzo è stato trasportato agli Spedali Civili di Brescia per ulteriori accertamenti.

Vigili del Fuoco e Carabinieri hanno messo in sicurezza l’appartamento.

Share This