Un venerdì rovente. Così si prevedeva e così è stato, con massime vicine ai record storici. Basti pensare che fino a tarda sera si sono registrate temperature abbondantemente sopra i 30 gradi.

Il record storico provinciale di luglio della stazione Pastori, con una massima di 38,1, è stato avvicinato. Il resto della provincia si è attestato su valori diffusi fra i 36 e i 38 gradi. Temperature che si riproporranno anche oggi e domani. Oggi è atteso un lievissimo calo termico e forse qualche temporale di calore, più probabile sui rilievi, forse anche quelli camuni.

Il terribile caldo sta aggravando sempre più l’emergenza siccità, con i fiumi e i laghi ai minimi storici e colture senza un minimo di respiro. Le malghe stanno risentendo della siccità e delle alte temperature, con le mucche sofferenti che producono poco latte. Lo zero termico ha raggiunto quota 4800 metri, dato allarmante per i ghiacciai.

Share This