A Clusane d’Iseo si trova una Villa Romana, i cui resti millenari, così come la fonte che si trova nei pressi e le vecchie vasche dei pescatori, sono poco valorizzati, tanto che lo spazio che li circonda, oggi, è usato come parcheggio.

 

I ragazzi dell’Associazione Ago hanno deciso di cambiare le cose, riqualificando le zone e cercando di dare loro nuova vita. Il primo passo sarà quello di lavorare sulle vasche, effettuando degli scavi per capire quanto siano profonde. Poi, potranno partecipare ad un bando su interventi di recupero di beni archeologici, aiutati da Arline Archetti, archeologa che nel 2009 aveva scritto una tesi di laurea sull’area. I costi delle opere sono di 35-40mila euro, di cui 15mila dovranno provenire dall’associazione stessa, già al lavoro per cercare di recuperare i fondi.

Share This