In occasione dell’edizione 2022 del Festival Educante, Malegno ospita un convegno per illustrare il progetto “Coabitare l’isola”, attivato dal gruppo Wurmkos all’interno del Centro specialistico per l’età evolutiva Il Melograno.

L’appuntamento è per venerdì 9 settembre, dalle 14:30, presso la Sala conferenze del Centro Anziani. Sarà un’occasione per porre l’attenzione su una nuova concezione dei luoghi e degli ambienti di cura. Il tema, in effetti, coinvolge sempre di più il mondo dell’arte e dell’architettura, così come le politiche a livello europeo, dove gli ambienti terapeutici vengono intesi come luoghi che accolgono.

Il progetto “Coabitare l’isola”, nello specifico, permette di lavorare sulla trasformazione degli spazi tradizionali della cura in ambienti sempre più vicini all’abitazione domestica, stimolando la relazione tra le persone e lo spazio abitativo. In questi mesi sono stati realizzati interventi a parete ed oggetti di design, costruendo un ambiente che favorisce l’immaginario, la percezione di sé e del proprio corpo.

Dopo i saluti delle autorità, il convegno ospiterà gli interventi di Giorgio Azzoni, Pasquale Campanella e Rossella Zanotti, che illustreranno il percorso partecipato e le sue finalità. Quindi toccherà a Enrico Vianello di TAMassociati (team di architetti e designer), che presenterà alcuni progetti in ambito di cura, mettendo in evidenza metodologia progettuale e teoria.

A conclusione del convegno ci sarà una tavola rotonda con la partecipazione di alcune cooperative sociali del territorio, tra cui la Arcobaleno di Breno, l’Azzurra di Boario, Il Cardo di Edolo e lo stesso Il Melograno. Il convegno sarà anche l’occasione per presentare il volume “Coabitare l’isola. Spazio pubblico e cura dei luoghi” (Mimesis Edizioni), che documenta il lavoro svolto e propone riflessioni più generali sul tema. Al temine dei lavori, infine, sarà possibile conoscere i nuovi spazi del Melograno attraverso una visita guidata.

Share This