Il Comitato Paritetico dei Fondi dei Comuni confinanti ha approvato venerdì scorso i programmi di intervento proposti dai Comuni interessati nel Bresciano, che saranno sostenuti con un finanziamento di 5,5 milioni di euro. Nell’approvazione, il Comitato ha applicato nuovi criteri, con l’obiettivo di snellire le procedure per ricevere i fondi e garantirne un utilizzo più efficace, dando così ai Comuni la liquidità necessaria per gli interventi richiesti più velocemente.

I paesi hanno quindi presentato, in via sperimentale, un’istanza di finanziamento riferita a quattro interventi al massimo che rientrano in otto ambiti: tra questi ne è stato inserito uno dedicato appositamente all’attuale emergenza sanitaria.

Tra i Comuni confinanti in Vallecamonica, Breno ha chiesto dei finanziamenti per recuperare siti abbandonati e per la viabilità; Ceto per la manutenzione del Municipio e dell’area Feste; Cevo per migliorare l’accesso nelle aree montane tramite la sistemazione dei sentieri. Pontedilegno, invece, lavorerà sulla messa in sicurezza della viabilità e su opere per ridurre il dissesto idrogeologico. Ogni Comune riceverà, per questi interventi, 500mila euro: per progettarli riceveranno subito il 30% delle risorse oggetto dei singoli progetti.

Share This