Il ricordo di Sandro Farisoglio è sempre molto forte, non solo a Breno, di cui è stato sindaco per due mandati, ma in tutta la Vallecamonica, grazie al suo impegno e passione per un territorio sulle cui potenzialità ha sempre creduto. Dopo l’assegnazione in suo ricordo del “Paul Harris Fellow” da parte del Rotary Club Lovere-Iseo-Breno e l’intitolazione di una sala della sede dei Vigili del Fuoco Volontari di Breno la settimana scorsa, ora sono gli enti comprensoriali a rendergli omaggio.

Nell’ultima assemblea consortile del Bim è stata infatti votata l’istituzione del Premio “Sandro Farisoglio per la Vallecamonica”, voluto insieme alla Comunità Montana, di cui Farisoglio è stato presidente da luglio 2019 fino alla sua scomparsa, avvenuta a gennaio di quest’anno.

Il Premio, si legge nel regolamento, “intende onorare singoli cittadini, istituzioni, enti e rappresentanti della società civile e dell’associazionismo che si siano distinti, nei vari campi delle attività umane, per aver promosso i valori propri delle genti di montagna e per aver contribuito alla crescita del territorio e delle comunità della Valle Camonica, rendendone più alto il prestigio, e offrendo loro con disinteressata dedizione il proprio impegno personale e sociale”.

Ogni anno, in occasione delle festività natalizie, ci sarà un premiato, scelto da una rosa di candidati proposta entro il mese di giugno dai membri di un Comitato dei Designatori formato dai Presidenti delle Assemblee dei due enti e dai Capigruppo assembleari. Tramite un voto con scrutinio segreto sarà quindi assegnato il premio che, oltre al titolo onorifico, potrà prevedere anche un contributo economico o di altra natura la cui entità sarà proposta dal Comitato.

Share This