Una ‘decisione maturata in maniera serena e finalizzata ad uscire da una situazione di stallo in cui si trova la politica camuna’.

 

Così è stata definita da Fabio De Pedro, sindaco di Paspardo, e Gianbattista Bernardi, primo cittadino di Berzo Demo, la scelta di dimettersi il primo da Assessore ai Lavori Pubblici ed il secondo da Assessore al Parco dell’Adamello della Comunità Montana.

Una decisione, spiegano i due in un comunicato stampa, a cui si è giunti per sbloccare lo stallo in cui si troverebbe la politica camuna, con la necessità di far entrare nella maggioranza dell’ente la Lega ed il gruppo Alpes. Cosa che, però, dopo l’assemblea di venerdì scorso, non è avvenuta.

‘Essendo di fondamentale importanza lo sviluppo economico della valle’, prosegue il comunicato, ‘si ritiene questa una scelta di responsabilità’. I due ex assessori sperano che con le loro dimissioni si possa dare il via ad ‘un confronto con la Regione’ per ‘porre fine alla grave ingiustizia del versamento dei proventi dei sovra canoni di propria competenza alla sola Valtellina’.

‘Crediamo fortemente nei progetti che ci attendono per il futuro di cui ne vorremo essere sicuramente protagonisti’, concludono De Pedro e Bernardi, ‘le cose fatte in questi anni sono davvero molte. Sarebbe inutile elencarle. Preferiamo che siano i fatti a parlare piuttosto che le parole’.

Share This