Un nuovo scossone colpisce la Comunità Montana di Vallecamonica.

 

Mercoledì sera Sandro Farisoglio, sindaco di Breno ed a capo del Gruppo Civico, ha rassegnato le proprie dimissioni con una lettera indirizzata ad Oliviero Valzelli, presidente dell’ente, in cui motiva la sua decisione. ‘I motivi sono due’, spiega Farisoglio, ‘anzitutto ho chiesto chiarezza sulla posizione dell’assessore Simona Ferrarini, ma il gruppo non è stato in grado di dire a che titolo sieda nel direttivo, se non per la stima riconosciuta da tutti. E poi perché mi pare che il programma ogni volta venga minato fin quasi a stravolgerlo, dimostrando che non c’è la volontà di portare a termine alcun punto’.

L’uscita di Farisoglio mette a repentaglio l’idea di una vasta coalizione che era circolata nei mesi scorsi. E’, però, solo l’ultimo di una serie di episodi che vede la Comunità montana alle prese con una serie di cambiamenti: è del mese scorso l’uscita dall’ente comprensoriale di Fabio De Pedro e Gianbattista Bernardi, per favorire un accordo con Alpes e Lega alla fine mai raggiunto. Ma le novità non finirebbero qui: secondo alcune voci, infatti, altri sindaci vicino a Farisoglio sarebbe pronti a seguirlo.

Share This