La terza edizione del Vallecamonica Wind Festival, rassegna dedicata alla musica per fiati, si svolgerà lungo  non solo una stagione, ma ben quattro, e quindi per tutto l’anno. Un modo per dare alla musica un valore maggiore e ricordarne l’importanza nel legare comunità e territori differenti.

In quest’ottica va infatti intesa la volontà di coinvolgere non solo le varie bande musicali locali camune, ma anche artisti stranieri, per importare la musica da fuori e generare nuove occasioni culturali. Ad organizzare l’Orchestra Fiati di Vallecamonica, insieme all’Associazione Brescia FilHarmonia ed al Distretto Culturale: il calendario presentato venerdì include, per ora, quattro appuntamenti, nell’attesa di sapere come organizzare i successivi anche a seconda dell’andamento della pandemia.

Si parte!Ecco la prima anticipazione: il Festival 2021 non sarà solo nel 2021, ma durerà 4 stagioni. 4 stagioni di…

Posted by Valle Camonica Wind Festival on Sunday, July 4, 2021

Si inizia, quindi, questa sera all’Archeopark di Boario Terme quando alle ore 21:00 si terrà “Mai dire gatto”, con protagonista l’ensemble di ottoni ed una serata all’insegna della musica pop/rock/jazz. Il secondo appuntamento sarà il 22 agosto alle 15:30, al Passo del Tonale, con “Pierino e il lupo”, data inserita anche all’interno del Water Music Festival, in collaborazione con la Scuola Teatro Vallecamonica.

Il primo evento didattico del Festival sarà invece a Sellero, dal 3 al 5 settembre, con una Masterclass internazionale che vedrà protagonista il Maestro Douglas Bostock, uno dei più importanti pedagoghi della direzione al mondo.

A chiudere la sessione estiva, il 17 settembre al Castello di Breno, “Dante 700”, in occasione del 700esimo anniversario della morte del Sommo Poeta, una serata tra letture e musiche dedicate alla Divina Commedia. Il Vallecamonica Wind Festival è realizzato all’interno del Piano Integrato della Cultura “Costruire Valore” della Regione Lombardia, insieme alla Comunità Montana.

Share This