Due morti e 76 contagiati tra Lombardia, Veneto e Piemonte. Si estende il coronavirus in Italia che, al momento, è il primo Paese europeo per numero di casi positivi al Covid-19. Il premier Giuseppe Conte ha convocato sabato sera un Consiglio dei ministri straordinario per varare nuove misure speciali.

Si tratterebbe di un decreto legge con una serie di misure da adottare per contenere il diffondersi del virus e che consentirebbero di intervenire su diversi aspetti.

Nelle aree focolaio del virus è stato istituito il divieto di allontanamento e di ingresso. Tali zone saranno presidiate dalle forze di polizia e, in caso di necessità, anche dai militari, con sanzioni penali per chi viola le prescrizioni.

Sospese in Lombardia e Veneto tutte le attività universitarie. Lezioni sospese, quindi, almeno fino a lunedì 2 marzo. A deciderlo è stato il presidente della Conferenza dei rettori delle Università lombarde, Remo Morzenti Pellegrini.

Il governo ha inoltre annullato ogni manifestazione sportiva in Lombardia e Veneto, comprese le tre gare di serie A Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari. 

E il Coronavirus ha infettato anche WhatsApp e i social. Nel tardo pomeriggio di ieri qualcuno si è divertito, con un maldestro tentativo, a modificare alcune parole di una pagina del quotidiano La Stampa scrivendo: Primo caso di Coronavirus a Piancogno un uomo di 20 anni che ha avuto contati con Codogno. Sottotitolo: L’uomo è ricoverato all’ospedale di Esine, 15 i casi sotto osservazione. L’immagine è quindi stata diffusa sui social.  

Subito sono arrivate le smentite da parte del Comune di Piancogno e dell’Asst, ma nel frattempo la fake news era stata condivisa e diffusa in modo incontrollato. Non è l’unico caso di fake sui social: tra le più virali nel bresciano quelle che segnalavano con post e messaggi da condividere possibili contagi a Ome e a Desenzano.

Share This