I dati dell’Ats della Montagna sull’andamento del contagio in Vallecamonica mostrano, per la giornata di giovedì, una serie di numeri poco confortanti. Se a livello di nuovi casi c’è un calo, con 31 positivi rilevati rispetto ai 48 di ieri, l’Azienda sanitaria riporta anche tre nuovi decessi, che fanno salire il totale a 207. Va anche detto, però, che non è chiaro se le tre vittime siano tutte relative a giovedì o se siano state segnalate dall’Ats con qualche giorno di distanza causa i tempi necessari per poterli registrare nel bollettino. Quest’ultimo, tra l’altro, segnala anche sei nuovi guariti sul nostro territorio per un totale di 1.911.

Dall’Asst di Vallecamonica, invece, giunge un aggiornamento sulla situazione all’ospedale di Esine, dove sono ricoverati 44 pazienti totali, di cui 4 sub-acuti, 35 acuti e 5 in Terapia Intensiva. E se nei giorni scorsi è stato annunciato un graduale aumento dei posti letto riservati ai pazienti Covid provenienti sia dalla Valle che da altre zone, al momento ad Esine la maggior parte dei posti letto disponibili, ovvero 204, sono destinati a pazienti con patologie non-Covid.

Continuano, inoltre, ad essere garantite, accanto alle prestazioni di area medica e chirurgica, le attività del Punto Nascita, Pediatria, Cure Palliative e del Dipartimento di Salute Mentale. Sul fronte della situazione del Pronto Soccorso di Esine va invece evidenziato che questo continua ad accettare pazienti sia con patologie Covid che con altre patologie: mercoledì dal Pronto Soccorso sono state ricoverate cinque persone affette da Covid ed undici non-Covid. Edolo, infine, con 53 posti letto resta ospedale riservato a pazienti affetti da patologie non legate al Coronavirus, continuando a garantire le prestazioni di Pronto Soccorso, ambulatoriali e di degenza.

Share This