Nel fine settimana è rallentata l’esecuzione di tamponi, e di conseguenza i numeri dei nuovi casi hanno visto un calo. Domenica in Lombardia sono stati processati 12mila tamponi e i positivi a livello regionale sono 198 in più, 28 dei quali nel Bresciano, e tre decessi.

Preoccupa la crescita costante dei ricoveri in terapia intensiva. Numeri da non paragonare a quelli di marzo e aprile, ma che i virologi e il personale sanitario stanno monitorando con attenzione. Si smentisce la convinzione che il virus sia diventato meno aggressivo e si rimarca il fatto che l’età media dei degenti si sia abbassata.

Intanto oggi in tutta la Lombardia è il primo giorno per le scuole dell’infanzia dopo quasi sette mesi di chiusura. Definite le linee guida e le misure organizzative ai fini della prevenzione del contagio. I bambini, essendo minori di 6 anni, non dovranno indossare la mascherina negli ambienti scolastici, mentre la indosserà il personale. Forte il richiamo alla collaborazione tra scuola e famiglie per tutelare la salute dei piccoli.

Share This