Se la provincia di Brescia, stando ai dati diffusi dalla Regione, rimane da record per numero di nuovi positivi – 474 casi e 7 decessi mercoledì – in Vallecamonica la situazione resta stabile.

Quasi coincidenti i numeri dei nuovi casi di Covid e dei nuovi guariti, ovvero coloro che dopo essere stati positivi e in quarantena hanno avuto esito negativo dall’ultimo tampone eseguito: rispettivamente 36 e 34 in più. Purtroppo, dopo parecchio tempo, Ats della Montagna rileva un caso in una Rsa del territorio.

Intanto però da ieri più di cinquanta bambini e i loro insegnanti delle scuole elementari di Temù e dell’asilo di Pontagna sono in quarantena e da oggi le due strutture rimarranno chiuse. Al termine di una valutazione tra Ats, dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo “Don Giovanni Antonioli” e amministrazione comunale di Temù, la primaria del capoluogo e l’infanzia della frazione hanno sospeso la didattica in presenza. Tutti gli iscritti e il personale effettueranno il tampone presso l’ospedale di Edolo. Alcune classi erano state messe in quarantena già da alcuni giorni. Ora la decisione di chiudere, in attesa dei test e dei canonici quindici giorni di isolamento.

Share This